RAKU AMERICANO

 

RAKU AMERICANO - ELENA LOMBARDI

( Elena Lombardi  – Spazio Biennale  di Venezia  – Bocciofila – Giudecca-  Venezia)

RAKU AMERICANO

Nella versione occidentale della cottura raku, l’atmosfera riducente è creata chiudendo I pezzi, estratti dal fuoco ancora incandescenti, in un bidone con materiale combustibile. L’atmosfera riducente induce una reazione tra l’ossigeno e i minerali all’interno dell’argilla che interagisce sul colore. Questo inoltre modifica i metalli all’interno della cristallina.

Chiudendo il bidone, con il bruciare del materiale combustibile ( come ad esempio segatura, carta, foglie, ecc.), si riduce il contenuto dell’ossigeno che forza la reazione a prendere l’ossigeno dalle cristalline.

Le cristalline assumono effetti metallici ed iridescenti solo con la privazione di ossigeno.

Una particolare e marcata cavillatura della cristallina può essere ottenuta cospargendo di farina l’oggetto ancora incandescente.

I pezzi senza smalto prendono l’ossigeno dagli stessi minerali contenuti nell’argilla. Questa atmosfera, farà diventare l’argilla di un colore nero opaco.

La tecnica american raku non può essere considerata una pratica tradizionale di Raku.

Raku ware (楽 焼 ) è un tipo di ceramica tradizionale giapponese,  le tazze create vengono utilizzate nelle cerimonie del tè.

E viene utilizzata  la seguente tecnica:

I pezzi vengono rimossi dal forno mentre sono ancora incandescenti e vengono lasciati raffreddare all’aria aperta.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...